La costruzione di una comunità cittadina è compito e responsabilità di tutti

Il Movimento Cambiamo Messina dal Basso esprime piena ed incondizionata solidarietà a Renato Accorinti, Patrizia Panarello, al personale di segreteria, ai vigili ed a tutti i dipendenti coinvolti nelle dinamiche violente avvenute quest’oggi a Palazzo Zanca.
Esprimiamo inoltre solidarietà, fuori da ogni retorica e strumentale rappresentanza, a tutti quei cittadini messinesi che soffrono sulla loro pelle difficoltà lavorative e sociali che spesso sfociano in rabbia ed esasperazione. Crediamo, però, che, oggi più che mai, si renda necessario uno sforzo interpretativo che ci aiuti a distinguere per non confondere: distinguere la rabbia di chi il dramma della crisi, della perdita del lavoro, di uno stato sociale che quasi non esiste più lo vive davvero in prima persona da chi, invece, approfitta di un disagio esistente per riaffermare pratiche di sopraffazione e violenza, a scapito della collettività.
Siamo convinti che lo stato di diritto ed i bisogni di ognuno entrino in conflitto, perdendo di significato, lì dove non esiste comunità.
La costruzione di una comunità cittadina è compito e responsabilità di tutti: delle istituzioni, della società civile nelle sue varie forme (a cominciare da partiti, movimenti e sindacati), e dei mezzi di comunicazione. Nessuno di noi, su questo terreno, si può sentire assolto.

Ivana Risitano – Consigliera Comunale Cambiamo Messina dal Basso
Federico Alagna – Portavoce Cambiamo Messina dal Basso
Movimento Cambiamo Messina dal Basso

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *