Mare Negato

La Fiera di Messina  vanta una storia di secoli, intrinsecamente legata alle alterne vicende di vizi e virtù della Città. Da riferimento del mercato internazionale della seta, a partire della fine del tredicesimo secolo, a raffinato luogo di svago e di ritrovo, da mostra mercato delle produzioni siciliane e calabresi a vetrina dell’architettura contemporanea e del cinema italiano, oggi, la più antica Fiera del mondo, tocca il punto più basso della sua lunga storia, immersa nel degrado e nell’abbandono.
Dopo secoli di natura indiscutibilmente comunale, la preziosa area è stata oggi indebitamente e colpevolmente registrata tra le aree portuali, causandone inevitabilmente la chiusura e la rovina.
Di seguito viene riproposto il materiale documentale d’archivio presentato nell’assemblea cittadina del 13 luglio 2016 al Salone delle bandiere.

DOCUMENTAZIONE

Chalet – Consiglio Comunale 8 Marzo 1893

Chalet – Consiglio Comunale 14 Giugno 1901

Concessione 7 Maggio 1869

Decreto Regio 8 Febbraio 1939

Decreto Presidente della Repubblica 25 Settembre 1955

Fondi Post-Bellici 1946-1949

Lavori Post-Bellici 1951-1953

Origini della Fiera di Messina 1955

Planimetria Fiera “Pantano” 1948

Relazione Genio Civile 1946

Relazione Genio Civile 1953

Gazzetta Ufficiale 25 Marzo 1939 N°73

[…] la proposta della Giunta è limitata alla opere necessaria pel compimento del giardino a mare […] bello è il vantare l’amenità del Ringo e volerne accrescere le delizie […] . Consiglio Comunale 1891

[…] col 1° del prossimo luglio coll’’apertura ai ritrovi estivi del Giardino a mare deve essere anche aperto quel locale destinato a caffè; sorbetteria e ristorante con servizio corrispondente alla importanza ed al decoro della città di Messina […]. Consiglio Comunale 1898

[…] esercizio del caffè di proprietà del Comune detto <<Chalet>> situato nel giardino pubblico Umberto I inteso comunemente Giardino a Mare […] . Consiglio Comunale 1907

[…] provvedere d’intesa con il Sindaco di codesto Capoluogo ai lavori di riparazione di danni bellici ai locali Comunali destinati per la Fiera di Messina  […]. Provveditore alle opere pubbliche 1947

[…] tutte le strade ricadenti nell’ambito della Fiera che sono state da tempo costruite in dipendenza delle previsioni del Piano Regolatore della Città nonché alla riparazione delle aree del giardino a mare et opere deve provvedere questo Ufficio […] trattandosi di opere dipendenti dal Piano Regolatore e di proprietà dello stesso Comune. […]. Ingegnere capo del Genio Civile 1948

[…] Perizia lavori di ripristino di edifici e strade di proprietà del Comune di Messina concessi in uso all’Ente Autonomo della Fiera. […]   Ingegnere capo del Genio Civile 1948

[…] I lavori previsti nel lontano 1946 nei vari stabili di proprietà del Comune di Messina, concessi in uso all’Ente Autonomo fiera delle Attività Economiche Siciliane, […]. Ingegnere capo del Genio Civile 1953

[…] è pure intervenuto l’Ufficio Tecnico del Comune con la costruzione di un grande padiglione, prospiciente sul Viale Principe Amedeo, adibito a mostra dell’Artigianato Messinese e costruito in adiacenza ed innestato a quel padiglione adibito ad Ufficio dell’Ente Fiera […]. Ingegnere capo del Genio Civile 1953

[…] sono state pure apportate opere di ripristino nei locali comunali del Bar Comunale, nonché in quelli del Cinema- Teatro, pure di proprietà del Comune […]. Ingegnere capo del Genio Civile 1953

[…] L’Ente potrà essere sciolto o messo in liquidazione […]. Avvenuto lo scioglimento dell’Ente, gli immobili costruiti sulle aree cedute dal comune di Messina, saranno trasferiti al Comune medesimo.  Il restante patrimonio sarà ripartito fra la Camera di commercio di Messina, la provincia di Messina, il comune di Messina, l’Azienda autonoma di soggiorno e turismo di Messina e il Banco di Sicilia. […]. Decreto del Presidente della Repubblica, 1955

GALLERIA FOTO

 

(un grazie all’Architetto Principato per alcune fotografie)

Print Friendly, PDF & Email