Una storia politica militante non è mai soltanto personale ma anche collettiva.

Una storia politica militante non è mai soltanto personale ma anche collettiva. Collettivamente si guarda al presente, lo si analizza, ci si scontra, lo si affronta portando avanti idee coraggiose e sempre collettivamente si decide di penetrare i meccanismi delle Istituzioni per cambiarli “dal di dentro”.

La mia candidatura discende dal bisogno estremo di cambiamento, dall’incapacità di sopportare negazioni e soprusi e dalla voglia di rivendicare diritti e visioni di bellezza.
Ribaltare la politica dai luoghi del controllo e del potere non è utopia bensì una delle priorità pragmatiche del movimento CMdB a cui appartengo e dentro al quale ogni giorno impariamo l’importanza dell’auto-organizzazione delle/ dei Cittadine/i non solo in difesa di diritti sacrosanti ma anche per proporre e costruire insieme una realtà migliore, più equa, più umana, più felice.
Tanti sono i temi che hanno segnato la mia vita politica e che soprattutto interessano ogni istante tante/i siciliane/i:
– da infrastrutture e mezzi di trasporto pubblico spesso carenti, che condizionano pesantemente la nostra quotidianità e l’economia,
– alla questione irrisolta e pericolosamente incombente della gestione dei rifiuti e delle discariche,
– dalla lotta contro ogni discriminazione e sostegno della comunità LGBT a quella per la parità delle donne in ogni ambito, con particolare riguardo a quello lavorativo,
– dall’accoglienza ai migranti, attualmente divisa tra improvvisazioni locali e business poco trasparenti,
– alla lotta contro il MUOS di Niscemi,
– per la tutela della salute pubblica, del territorio e della pace e
– alla difesa della nostra Costituzione, spesso inattuata.

Per questo e per altre mille ragioni ancora, non sento di “salire in campo” adesso, sento di continuare a lottare, per questo
“io non mi candido, NOI CI CANDIDIAMO”.

#ineditaEavvincente #NoiCiCandidiamo
#centopassi #Messina #Sicilia2017
#claudiofavapresidente #elezioni2017

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *