La prima vittoria del Comitato No Muos

Cambiamo Messina dal Basso desidera rimarcare il grande valore politico della sentenza del Tar di Palermo che accogliendo il ricorso del Comune di Niscemi ha dato ragione alle denunce del Comitato No Muos, che da anni lottano contro l’installazione di questo sofisticato apparato comunicativo satellitare a uso militare da parte degli USA. “Sul Muos non ci sono sufficienti elementi per dire che le onde elettromagnetiche emanate dalla megastruttura non siano dannosi per la salute”: con queste parole si dà credito finalmente a tutti gli allarmi lanciati dalla popolazione locale e dagli studiosi che hanno osservato il fenomeno, a coloro che instancabili hanno denunciato la distruzione ambientale che la costituzione del Muos ha significato per le campagne del cuore della Sicilia e i lenti ma non meno nocivi effetti sulla salute della popolazione, sollevando al contempo la profondissima questione etica della partecipazione attiva e passiva nelle operazioni militari offensive di un altro Stato. L’Italia, pur aborrendo per costituzione la guerra, ha troppe volte dato asilo a strutture militari avanzatissime di questo stampo, a basi militari americane disseminate su tutto il territorio, a centri di sperimentazione di armi chimiche, a sistemi di comunicazione come il Muos che disumanizzando il rapporto fra gli stati in guerra, permette con algido distacco bombardamenti a distanza. Questo permissivismo portato alle estreme conseguenze ha prodotto ripercussioni gravi sull’ambiente e sulla popolazione, fino a rendere possibile una mobilitazione di massa, autentica e fiera, in difesa del territorio e dei diritti. Sentiamo questa prima importantissima vittoria, questo doveroso riconoscimento, anche come il nostro, giacché in tantissimi, gli attivisti del movimento, hanno partecipato alle proteste e alle denunce del Comitato No Muos, facendo nostra questa battaglia. Speriamo che questa sentenza del Tar sia un chiaro segnale per tutti, a fronte dell’arroganza degli USA e della connivenza di troppi politici nostrani, che in Italia vige ancora lo stato di diritto e che la tutela della salute di un futuro nascituro o la protezione per un’antica sughereta, possono paradossalmente comportare l’arresto di un’offensiva militare, il diffondersi delle guerre.
Rimaniamo uniti contro il Muos sempre, oggi più forti di prima.

Cambiamo Messina dal Basso

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *