Continuità territoriale e attraversamento dello Stretto

Il movimento Cambiamo Messina dal Basso denuncia la messa in discussione della continuità territoriale e l’attraversamento dello Stretto, attraverso la soppressione dei treni a lunga percorrenza e delle navi ferroviarie, come l’ennesimo diritto scippato alle siciliane e ai siciliani.

Il Governo Renzi continua ad investire nell’alta velocità al nord ma cerca di risparmiare le sovvenzioni Statali per il traghettamento dei treni da e per la Sicilia.

Dal prossimo giugno si costringeranno le cittadine e i cittadini a recarsi a Messina o con mezzi propri o con treni regionali per poi traghettare da semplici pedoni per Villa S. Giovanni e/o viceversa.

Per la Sicilia si tratta di un ulteriore colpo ai collegamenti infrastrutturali e all’occupazione che coinvolgono non solo tutte le lavoratrici e i lavoratori, a rischio centinaia di posti di lavoro, ma tutte e tutti i cittadini evidenziando nei fatti la rottura della continuità territoriale dalla prossima estate la Sicilia rischia di ritrovarsi ancora più isolata dal resto del Paese.

Per questo aderiamo convintamente all’assemblea pubblica organizzata dal sindacato ORSA, che si terrà oggi 23 gennaio 2015 alle 10:00 nel Salone dei Mosaici della stazione marittima di Messina.

Movimento.  Cambiamo Messina dal Basso

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *